Iscrizione Newsletter!

LETTURA NEWS

Assemblea Nazionale sull'Amianto

02/12/2015

Intervento del Presidente della Simlii all'Assemblea Nazionale sull'Amianto (Senato della Repubblica); all'interno il comunicato.

Roma , 30 novembre 2015

Lunedì scorso, si è svolta a Roma l'assemblea nazionale sull’amianto “Riforme, giustizia, sviluppo: una sfida ancora aperta. Verso un Testo Unico”, organizzata dalla Commissione d’inchiesta parlamentare sugli infortuni sul lavoro e sulle malattie professionali. 

L'incontro, cui ha mandato il proprio saluto anche il Presidente del Consiglio Matteo Renzi,  si è tenuto, a partire dalle 9,  presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani. Ai lavori sono intervenuti il Presidente del Senato Pietro Grasso, il presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta di inchiesta Camilla Fabbri, i ministri dell’Ambiente, della Giustizia e del Lavoro, il presidenti dell'INAIL e dell'INPS, la nostra collega senatrice Serenella Fucksia e molte altre personalità politiche e istituzionali.

Il Presidente del Senato Pietro Grasso, all'apertura dei lavori ha ricordato come il completamento delle attività di bonifica dell'amianto sia ancora oggi “una emergenza in Italia", proseguendo affermando che “sussistono ancora numerose occasioni di esposizione dei cittadini che a vario titolo vivono o lavorano in edifici o strutture in cui è presente tale sostanza. Questo perché le attività di risanamento ambientale non sono state sistematiche e complete e perché non esiste un obbligo generale di dismissione e smaltimento dei materiali contenenti amianto".

Presente sin dall'inizio dei lavori, nel pomeriggio è intervenuto il prof. Francesco Violante, Presidente SIMLII, a testimonianza dell'interesse specifico della nostra Società e della disciplina sull'argomento. Avvalendosi dell'aiuto di una presentazione con alcune slides esplicative, il prof. Violante ha presentato un breve excursus relativo al rischio per la salute costituito dall'amianto, in passato e ancora oggi, proponendo di costituire nel nostro Paese poli universitario-ospedalieri di alta specializzazione per la diagnosi e la cura delle malattie contratte in seguito all'esposizione ad amianto, professionale o meno, e formulando la proposta, appoggiata da più parti, della istituzione di un fondo specifico per le vittime dell'amianto.